Come non si realizza un sito

Pieru mi tira in ballo nel meme di Daniele e come non partecipare?

[come me anche loro 2 fanno parte di TPU – Tutti Per Uno ;)]

Ed ecco che, visto che lavoro nel campo, cerco di rispondere e portare pure io il mio contributo riguardo a come un web designer non dovrebbe realizzare il sito per i propri clienti.

Quelle che leggerai di seguito sono opinioni personali portate da esperienza nel settore della creazione siti sia a livello amatoriale che nei successivi anni, su commissione per i miei clienti. E’ un punto di vista obiettivo, ma sempre un punto di vista soggettivo del sottoscritto e quindi opinabile e soprattutto quello che segue è delineato dal mio stile personale “Il cliente ha sempre ragione (bisogna pur lavorare per mangiare), ma non rovino la mia reputazione per fare un lavoro di bassa qualità”

Come dal “motto” del precedente paragrafo inizio con il primo punto:

  • non realizzo mai siti in cui è il cliente a dettare le regole al 100%: se mi ha contattato deve aver fiducia in me in quanto addetto ai lavori e ci si viene incontro da ambo le parti – dev’ esserci complicità tra cliente e realizzatore se no si creano crepe nei rapporti professionali e il prodotto finito il piu delle volte non rispecchia la qualità desiderata dal committente;
  • non si realizza un sito in maniera parziale, o meglio anche se non è tutto online, tra realizzatore e cliente devono essere chiarificate le regole del gioco prima della messa in opera del sito stesso;
  • non si realizza un sito per il solo scopo di “c’e l’hanno tutti!!! Perchè io no?”, ma debbono esserci delle motivazioni per volerlo (personalmente non gioco a queste regole ma cerco di capire chi è, cosa produce e cosa vuole dal sito il cliente che me lo richiede per scoprirne e fargli scoprire la reale motivazione su cui basare la creazione del sito);
  • non si realizza un sito senza aver presente lo standard W3C e gli standard di accessibilità;
  • non si realizzano mai un sito in cui per ogni pagina c’è solo un’ immagine che incorpora contenuti testauli e grafici di quella data pagina;
  • un sito non andrebbe mai realizzato interamente in flash a meno di particolari esigenze;
  • non si realizza mai un sito per vederlo morire dopo tot tempo: bisogna indirizzare ed informatizzare il cliente che il sito è come una sua creature ed in quanto tale deve farla crescere di contenuti e curarla in fatto di aggiornamenti, anche parziali, perchè solo così si può garantire la funzionalità principe di un sito ovvero farsi trovare da potenziali clienti, amici persone in genere;
  • non si realizza mai un sito grande o piccolo che sia, andando OT dall’ argomento principale: non mi piaccione quei siti per esempio di hotel o b&b che hanno la paginetta Link Utili solo per infarcire il sito di contenuti: per un albergo direi che la maniera migliore, se si vuol aumentare i contenuti del sito piuttosto bisognerebbe rimpinzarlo di pagine dedicate alle bellezze limitrofe alla struttura alberghier come fa per l´appunto il sito dove ho prenotato un hotel a Cattolica la scorsa estate (mini recensioni su musei, fontane, strade, mostre nelle vicinanze di tale albergo o b&b);
  • non si realizza mai un sito senza obiettività nei contenuti (che se si vuole è un condensato del punto precedente);
  • non si realizza mai un sito senza dare la possibilità al cliente di avere chiavi in mano: sono dell’ idea di cercare, come relaizzatore di siti, di dare sempre l’ opportunita al cliente di poter gestirsi principlamente lui i contenuti e poi magari venirgli incontro per aiutarlo nella stesura degli stessi (qui chiaramente dipende dalla tipologia di cliente, di sito e di contratto stipulato tra le parti);
  • non si realizza mai un sito senza metterci passione, ma solo come mero riempimento di codice e script su un disco di un server: gli utenti, la gente e le persone che visitano il sito sono reali ed in quanto reali ed umane provano emozioni e realizzare un sito contro voglia produce solo qualità e sensazioni negative (sarà una visione zen della cosa, ma ci credo realmente – ho scrollato di dosso potenziali clienti perchè a pelle non mi davano una sensazione positiva);

Passo questo meme a Tommaso, Davide, Lauryn, il mio SEO di Fiducia, e a tutti i web designer, seo, webmaster… o chi si sente in grado di rispondere e dire la sua abiettivamente riguardo questo meme “Non si realizza mia un sito…”

Davide Tommasin

Pinguino smanettone che si diverte ad usare GNU/Linux, a scambiare esperienza e conoscenza nel campo informatico e sportivo, canoa e kayak... ma soprattutto bici, bici da corsa e fixed gear. Qualcosa su di me Contattami

10 Comments

  1. Prendo la palla al balzo e copio praticamente tutte le tue giustissime valutazioni 🙂

    Aggiungo solo a titolo personale per ciò che riguarda il mio lavoro:

    * Non si realizza un sito che non sia hostato in Sitonerd.com

    * Non si realizza un sito in cui non si sia fissata precedentemente una chiara strategia di marketing

    * Non si realizza un sito in cui non sia presente la call-to-action

    * Non si realizza un sito se il cliente non percepisce dall’inizio che per lui è un vero e proprio strumento di lavoro e di business

    * Non si realizza un sito in cui ci sono troppe figure profesisonali diverse a metterci le mani

    * Non si realizza un sito senza aver stipulato un contratto a priori e aver ricevuto almeno un anticipo del 50%

  2. Invece no.

    Spesso mi capitano persone che mi chiedono di posizionargli un sito immobiliare in un hosting nel quale condividono lo stesso ip con adult, forex, gambling, gay, lesbian e quanti ne vuoi.

    Se non accetta la condizione numero 1 non faccio nemmeno il preventivo

  3. Ah .. sorry, grazie per la segnalazione.
    Ho scoperto realmente da poco il tuo sito e non mi son degnato di navigarlo a fondo, ma sono realmente stato affascinato dall’ impatto grafico.

  4. Bhè, grazie per i complimenti, fatti da te hanno un bel valore.
    Il fatto che abbia analizzato il tema da un punto di vista commerciale e markettaro è pura e semplice deformazione personale.
    Account sono e account rimango. Nel bene e nel male (il mio webmaster mi odia, e non sai quanto).
    Buona domenica

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *