Parole al Vento, Motivazione e La Mia Vita Precedente [VIDEO]

In una mia vita precedente facevo il consulente informatico, partito perchè mosso dalla passione di tutto quello che era informatica, più nello specifico quello che aveva a che fare con la rete, ancor meglio voler padroneggiare il “dietro le quinte” dei siti web.

Ho iniziato a realizzare siti per i cosiddetti clienti, committenti.

Più andavo avanti e più mi rendevo conto che stavo affondando fagocitato da un mondo che non sentivo più mio.

C’era quella sottile sensazione quasi palpabile che mi diceva che chi richiedeva i servizi, l’azienda, il professionista che mi chiedeva il sito era solo una facciata, era solo per seguir la corrente del “è la mia vetrina, il mio biglietto da visita per vendere i miei servizi e rimanere in contatto con i miei clienti”.

Ad un certo punto vuoi per situazioni famigliari pesanti, vuoi perchè avevo raggiunto il punto di saturazione professionale in quell’ambiente, ho dato un taglio netto.

A distanza di diversi anni, curiosando qua e la sul web, ho avuto la riprova, la conferma di quella mia sensazione ovvero che la maggior parte dei discorsi social media webbari è aria fritta se non c’è reale motivazione, se non c’è una formazione personale e presa di coscienza del perchè realmente vuoi un sito web, infatti diversi siti sono ancora in standby, sono freezati, ho sono ancora da completare o sono stati abbandonati nella gestione dei contenuti dagli stessi proprietari del sito, lasciandoli vagare nell’oceano del web come navi alla deriva.

E’ vero che chi non conosce l’ambiente va educato, formato, gli vanno spiegate le potenzialità dello strumento, in questo caso del mezzo di comunicazione web ed infatti era parte dei servizi che fornivo oltre la realizzazzione grafica, scrittura del codice etc etc. ma ad un gerto punto “o si fa o si disfa”, o meglio, non si può portare a manina tutti, ed ognuno deve prender atto e consapevolezza che deve crescere e camminare con le proprie gambe e ribadisco, se non c’è motivazione di farlo, non c’è consulente, formatore, amico o consiglio che possa risvegliare la coscienza… ma solo te stesso.

Ecco perchè mi sento di scrivere queste parole, come sfogo personale, forse anche per lasciare un microscopico segno nell’ infinito spazio del web che magari fra 1 minuto o fra 100anni qualcuno possa leggerle e magari prenderle come spunto, come innesco di accensione della sua fiammella motivazionale.

Cerca la motivazione, segui la tua passione, non solo nello sport, non solo negli affari.

Non cercare il successo solo fine a se stesso, non cercare la notorietà solo per il gusto di dire “sono io”, non seguire la corrente solo perchè lo fanno tutti, non sentirti in dovere di conformarti.

Cerca la reale qualità, crea valore per te e condividilo col prossimo, datti da fare per realizzare qualcosa veramente di utile, non aspettar tempo o l’occasione, ma fai quello che reputi giusto fare per la tua vita, per il prossimo… vivi.

Partorisci qualcosa di nuovo, mosso dalla tua reale passione, pensa ad inventare qualcosa di diverso dal comune spinto dalla scintilla personale e spassionata senza un secondo fine, ma perchè senti solamente che per te è giusto farlo: quella sarà la strada che secondo me ti porta soddisfazione, crescita, serenità e forse anche felicità se riuscirai ad essere grato per ogni singolo momento ed occasione che sarai capace di accettare.

Chi c’è c’è, io vado avanti per la mia strada, quella che sembra più giusta per me e per le mie priorità e magari si può condividere un pezzo del cammino insieme condividendo e creando insieme reale valore e per questo sarò eternamente grato e la felicità arriverà da se.

Davide Tommasin

Pinguino smanettone che si diverte ad usare GNU/Linux, a scambiare esperienza e conoscenza nel campo informatico e sportivo, canoa e kayak... ma soprattutto bici, bici da corsa e fixed gear. Qualcosa su di me Contattami

ooooooo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *